Strumenti personali
Portale GSQ: Portale » Ricerca & Innovazione » Prodotti analizzati » Prodotti tessili » Analisi sensoriale dei tessuti

Analisi Sensoriale dei Tessuti

La valutazione della qualità di un tessuto non può prescindere dagli aspetti sensoriali, edonistici e di comfort.

L’analisi sensoriale, utilizzata largamente in campo agroalimentare, può avere pertanto crescenti ed interessanti opportunità di applicazione nel settore tessile come valido strumento nel Controllo Qualità, nella Ricerca di nuovi prodotti e nello Sviluppo del Marketing Territoriale. Oggi più che mai, nell’ottica di uno sviluppo sostenibile, si mira ad una crescita economica che, oltre a salvaguardare l’ambiente, si nutra della cultura del territorio attraverso la caratterizzazione e la valorizzazione dei prodotti tipici locali e crei forti collegamenti tra produzioni agricole tipiche ed il mondo dell’imprenditoria tessile. L’analisi sensoriale può offrire inoltre l’opportunità di correlare le valutazioni sensoriali con misure strumentali. 

Gli aspetti sensoriali sono una delle componenti che determinano il “comfort” di un prodotto tessile, definito come “il grado di benessere che un prodotto (tessuto o capo di abbigliamento) offre a chi lo utilizza” (Chiarotti, 2005) e strettamente connesso alla percezione della qualità. In quest’ultima gli elementi sensoriali principalmente coinvolti sono l'aspetto e la “mano del tessuto” intesa come “La valutazione soggettiva di un materiale tessile ottenuta tramite il tatto” (definizione formulata in termini scientifici dall’American Association of Textile Chemists and Colorists, 1975).

Analisi Sensoriale dei Tessuti

L’Ibimet-CNR di Bologna ha messo a punto il seguente protocollo per la valutazione sensoriale dei tessuti:

  1. Definizione puntuale e precisa di specifici attributi sensoriali;
  2. Definizione di protocolli standard per la valutazione;
  3. Formazione e addestramento dei giudici;
  4. Esecuzione di panel test in condizioni adeguate di spazi, tempi, struttura e numero di campioni;
  5. Conduzione di test sensoriali riferibili a norme internazionali (test discriminanti e descrittivi);
  6. Utilizzo di metodi statistici adeguati per l'elaborazione dei dati.

Nello specifico l’Ibimet ha definito, mediante valutazione tattile, i profili sensoriali di:

  • Tessuti di Orbace tipici della tradizione sarda, nell’ambito del progetto “Medlaine”;
  • Panno Casentino tradizionale in arancio e Panno Casentino in indaco, colorante naturale ricavato dal guado (Isatis tinctoria), nell’ambito del progetto “TeSSITURA” (Predieri et al., 2008); 
  • Tessuti realizzati con fibre naturali di canapa, ortica e lino , nell’ambito del progetto “LaMMA-Test”.


Le intensità degli attributi tattili, selezionati mediante un focus group costituito da esperti di analisi sensoriale e del settore tessile, svengono misurate impiegando scale lineari strutturate da 1 a 15, ancorate agli estremi con attributi polari, per esempio “Liscio[1] – Ruvido[15]” o “Flessibile[1] – Rigido[15]” etc. (Intensity Scale Values (0 to 15) for Fabricfeel Attributes – Meilgaard et al., 1999).

Al fine di favValutazione tessuti_blind (tenda)orire la concentrazione sugli aspetti tattili, i campioni vengono testati in blind in cabine provviste di tende non trasparenti che escludano il contatto visivo pur consentiendo un’agevole manipolazione.

 

 

 

L’Ibimet si è occupato anche, in collaborazione con i laboratori di Ricerca e Sviluppo  di Calenzano (Fi), di valutare le correlazioni tra parametri sensoriali definiti dal panel e parametri strumentali rilevati con il metodo FAST (Fabric Assurance by Simple Testing).

 

Bibliografia di riferimento

  • Bacci L., Camilli F., Drago M.S., Vagnoni E., Mauro A., Magli M. and Predieri S.: Sensory evaluation and instrumental measurements to determine tactile properties of wool fabrics. Textile Research Journal 0040517512438125, first published on March 7, 2012 as doi:10.1177/0040517512438125.
  • Ali, S. I., & Begum, S. (1994). Fabric softeners and softness perception. Ergonomics, 37(5), 801–806.
  • Bacci, L., Predieri, S. et al. (2009). Tessile: Sostenibilità e Innovazione. Pubblicazione realizzata nell'ambito del progetto "LaMMA-Test" di cui  responsabile G. Maracchi.

  • Chiarotti F. (2005). Disegno e analisi di studi per la definizione delle caratteristiche del tessuto in relazione all'uomo e alla popolazione. Atti 5° Convegno “Tessile e Salute”, Biella.

  • Kawabata, S. (1980). The standardization and analysis of hand evaluation (2nd ed.). Osaka: The Textile Machinery Society of Japan.

  • Meilgaard, M., Civille, G.V. and Carr, B.T. (1999). Sensory Evaluation Techniques, (3rd ed.). Boca Raton: CRC Press.

  • Predieri, S., Magli, M., Camilli, F. e Bacci, L. (2007). Analisi sensoriale. "TeSSITURA - Tecnologie per lo sviluppo sostenibile e l'innovazione nella tradizione e nell'uso delle risorse agricole", Cap. 6, Pag. 61-69.

  • Predieri, S., Magli, M. & Drago, M.S. (2010). L’analisi sensoriale dei tessuti: uno strumento per la valorizzazione delle lane autoctone (pp. 1-16). Opuscolo realizzato nell’ambito del “Progetto Transfrontaliero Italia-Francia Marittimo MED-Laine”.

  • Predieri, S., Magli, M., Drago, M.S. & Vagnoni, E. (2011). L’analisi sensoriale dei tessuti: uno strumento per la valorizzazione delle lane autoctone (versione integrata con misure strumentali FAST). Pp. 1-28. Secondo opuscolo realizzato nell'ambito del progetto “MED-Laine – A la recherche des couleurs et des tissus de la Méditerranée”.

  • Rigano, L. and D'Agostino, R. (2001). Valutazioni di innocuità e misure della percezione sensoriale nel campo tessile. Atti 1° Convegno “Tessile e Salute”, Biella.

  • Rigano, L. and D'Agostino, R. (2002). Il codice dei sensi nella percezione del prodotto tessile. Atti 2° Convegno “Tessile e Salute”, Biella.

  • UNI 9270, Modalità per il controllo sensoriale delle caratteristiche dei tessuti, 1988.

  • Vaughn, E. A. and Kim, C. J. (1975). Definition and assessment of fabric hand. American Association of Textile Chemists and Colorists, 66-76.

 

Approfondimenti

 

Azioni sul documento
  • Condividi su Facebook
  • Spedisci
  • Stampa
Creative Commons License
GSQ - Gusto, Salute, Qualità e sostenibilità nelle produzioni agroalimentari
by www.gustosalutequalita.it is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 2.5 Italia License.