Strumenti personali
Portale GSQ: Portale » Salute » Applicazione dell'analisi sensoriale alla valutazione della morbidezza di prodotti igienico-sanitari per incontinenza

Applicazione dell'analisi sensoriale alla valutazione della morbidezza di prodotti igienico-sanitari per incontinenza

Applicazione dell'analisi sensoriale alla valutazione della morbidezza di prodotti igienico-sanitari per incontinenza. IV Convegno nazionale SISS.

Applicazione dell'analisi sensoriale alla valutazione della morbidezza di prodotti igienico-sanitari per incontinenza

Fase di valutazione sensoriale di prodotti IS

Lavoro presentato al IV convegno nazionale di scienze sensoriali SISS (Trieste, 22-23 novembre 2012).

Gli aspetti sensoriali, approfonditamente studiati per i prodotti alimentari, hanno notevole importanza per molti prodotti industriali, come quelli tessili, per i quali gli aspetti tattili sono centrali per le preferenze dei consumatori. Nel caso specifico dei prodotti per incontinenza severa (ISP), gli aspetti sensoriali relativi al contatto-pelle assumono un valore ancora maggiore, in quanto da questi dipende il benessere dell’utilizzatore.

L’attributo che viene principalmente associato al benessere procurato dal prodotto ISP (come in molti altri prodotti analoghi) è la “morbidezza”. Questa caratteristica, per quanto importante  e comunemente utilizzata dal marketing, e di forte appeal per il consumatore, risulta di difficile valutazione, in quanto composta di aspetti sensoriali ed edonistici intimamente connessi. 

Uno studio è stato compiuto per determinare le caratteristiche di “morbidezza” dei prodotti ISP. In una prima fase si è coinvolto personale di case di cura o di riposo (esperti) per acquisire elementi descrittivi. La fase successiva si orientata alla scomposizione dei singoli attributi sensoriali costitutivi della morbidezza. In particolare si sono separati gli aspetti che contribuiscono alla sensazione tattile: “somestesi” (percezione delle caratteristiche geometriche della superficie) e “cinestesi” (risposte alla pressione esercitata). Si sono quindi identificati protocolli di valutazione tattile, realizzando standard di riferimento per giudici. Si è quindi addestrato un panel che, con l’utilizzo degli standard di riferimento, ha fornito una analisi descrittiva degli attributi sensoriali di ogni elemento della superficie del  prodotto (frizione mano-tessuto; sensazione di calore; senso di liscio; scivolosità) del tampone (forza di compressione verticale; forza di compressione laterale) dell’intero prodotto (flessibilità, resilienza). L’analisi sensoriale è stata eseguita su numerosi prodotti presenti sul mercato, definendone i profili sensoriali. L’analisi delle componenti principali (PCA) ha consentito di selezionare gli attributi con maggiore capacità di discriminazione, scomponendo gli aspetti sensoriali della morbidezza in due componenti caratterizzate una da “senso di liscio”, l’altra  da “scarsa resistenza alla compressione”. La validazione di una valutazione basata su attributi tattili, è stata effettuata coinvolgendo gruppi di esperti del prodotto in test di ordinamento.

L’analisi sensoriale ha particolare importanza quando offre contributi al miglioramento del benessere di un utilizzatore, in questo caso con studi rivolti alla comprensione di criteri oggettivi per la valutazione della morbidezza, a beneficio di un utente in presumibile stato di disagio, per il quale ogni aspetto sensoriale diviene, o meno, fonte di benessere.

Azioni sul documento
  • Condividi su Facebook
  • Spedisci
  • Stampa
Creative Commons License
GSQ - Gusto, Salute, Qualità e sostenibilità nelle produzioni agroalimentari
by www.gustosalutequalita.it is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale 2.5 Italia License.